“Non è la solita ed ennesima conferenza”: ecco perché saremo allo Zendesk Relate

6 min read
zendeskrelate2018

Il mondo delle partnership ha qualcosa che definirei magico.

Invece di considerare tutti come una minaccia, si cambia completamente prospettiva, si dimenticano i giorni passati a studiare L’arte della guerra di Sun Tzu e si cercano invece nuove e riuscite opportunità di collaborazione.

Tuttavia non è sempre facile saper gestire le partnership. Al giorno d’oggi, per le aziende che puntano al successo nel breve termine, espandere il più possibile la propria rete di partner sembra essere una tendenza.

Personalmente credo che si arrivi a fare centro quando ciascuna parte coinvolta inventa qualcosa di completamente nuovo, unico e che abbia un effetto rivoluzionario nel momento in cui queste invenzioni si combinano tra loro.

L’inizio di una splendida amicizia

Abbiamo iniziato la nostra avventura con Zendesk tre anni fa, e che ci crediate o no, sono stati i nostri clienti a chiedercelo. Entrambi puntiamo ad offrire una customer experience uniforme, a prescindere dalle lingue parlate dalle aziende o dai rispettivi clienti, ed è proprio ciò su cui si basa la nostra partnership.

La nostra soluzione si integra perfettamente con Zendesk e permette di parlare con i vostri clienti nella loro madrelingua e di offrire un’esperienza di qualità sia agli stessi clienti che agli agenti di supporto. E funziona alla grande!

Il team di Zendesk ha capito quanto ciò sia importante per i suoi clienti, poiché risponde alle sfide principali del servizio clienti: disponibilità continua tutto il giorno e durante picchi stagionali, periodi festivi e congedi per malattia, nonché l’assunzione di agenti in base alle loro capacità, non alle lingue parlate.

Meglio ancora, insieme abbiamo sfruttato nuove opportunità operative per i nostri clienti comuni e da allora la nostra partnership è salita alle stelle: all’inizio di quest’anno siamo stati persino nominati in veste ufficiale il miglior partner di traduzione di Zendesk.

Penserete che sono di parte. Dopotutto, sono il fortunato che gestisce questa partnership. Ma non ci sono solo io: oltre la metà dei nostri clienti sono clienti soddisfatti di Zendesk. Questo numero continua ad aumentare: Logitech, Headspace, Udemy ed Expedia sono solo alcuni tra i clienti che lavorano con noi a partire da questa estate.

Le nostre integrazioni Zendesk

Attraverso un servizio personalizzato e indipendente dalla lingua, Unbabel si impegna a supportare i propri clienti aziendali allo scopo di offrire la miglior esperienza possibile ai rispettivi clienti. Siamo rimasti davvero colpiti dall’incredibile ecosistema che Zendesk ha creato negli ultimi dieci anni e siamo davvero entusiasti di collaborare con loro per fornire ancor più valore ai nostri clienti comuni.

Vasco Pedro, CEO e co-fondatore di Unbabel

Non è un segreto che la competenza di Zendesk nel servizio clienti abbia contribuito in molti modi a formare lo sviluppo dei prodotti di Unbabel nel corso degli anni. È iniziato con Zendesk Support, la nostra classica soluzione di ticketing, che permette di tradurre automaticamente i messaggi dei clienti nella madrelingua di un agente e di rispondere nella lingua del cliente praticamente in tempo reale.

In seguito abbiamo lanciato l’integrazione Zendesk Guide Enterprise, una soluzione self-service multilingue apposita per le grandi organizzazioni, la quale permette a grandi team di tradurre i contenuti della propria knowledge base in 28 lingue.

E ora stiamo aggiungendo un’altra integrazione con la nostra Zendesk Suite. Per me è un vero piacere presentarvi — rullo di tamburi, prego — Unbabel per Zendesk Chat.

zendesk-chat-integrations

La soluzione è la chat

Benché l’assistenza clienti telefonica sia ancora la scelta più popolare, la live chat sta prendendo rapidamente piede. Dal report Ecommerce Insights di eMarketer pubblicato quest’anno, emerge che più di 3 su 10 intervistati utilizza la live chat, un canale particolarmente popolare nella fascia d’età dai 18 ai 39 anni.

Ma c’è un altro motivo per cui la chat andrebbe rivalutata. Secondo un sondaggio Customer Service Benchmark di eDigital nel 2014, la live chat è il canale con i più alti livelli di soddisfazione del cliente, con un impressionante 73% rispetto al 61% del supporto email e al 44% della tradizionale assistenza telefonica.

È semplice, veloce e soprattutto l’hanno richiesta i nostri clienti.

E ora finalmente ci siamo. Stiamo lanciando la nostra integrazione con Zendesk Chat in linea con l’obiettivo principale di Zendesk, ovvero offrire la miglior assistenza clienti via chat a una qualità, velocità e prezzo ineguagliabili.

Lanciare un prodotto è sempre emozionante, ma questa volta l’emozione è alle stelle. Offrendo traduzioni di articoli del centro assistenza, email per i clienti e conversazioni chat, di qualità umana e sfruttando l’intelligenza artificiale, ora Unbabel copre tutti e tre i canali di comunicazione non vocali per tutti i clienti Zendesk.

Venite a trovarci al Relate 2018!

Ora capite perché non potevamo assolutamente perdere lo Zendesk Relate di quest’anno a San Francisco. Non è la solita ed ennesima conferenza.

Stiamo nuovamente radunando il nostro team di supereroi. Non posso certo dire di avere dei poteri (purtroppo), ma posso certamente aiutare voi e il vostro team ad essere gli eroi del servizio clienti e a rimuovere le barriere linguistiche dalla vostra customer experience.

Saremo allo stand G2, pronti a mostrarvi come riusciamo in questo intento. Avrete la possibilità di parlare con il nostro CEO e co-fondatore, Vasco Pedro, e il CCO, Wolfgang Allisat.

Inoltre vi invitiamo a una speciale sessione demo che si terrà il 14 novembre alle 11:05. La chiameremo “Basta col copia e incolla. Liberate i vostri poteri di multilingue.” e Rich, il nostro VP of Strategic Accounts, vi mostrerà come migliorare la soddisfazione dei clienti, ridurre i tempi di risposta e aumentare l’efficienza operativa, oltre a illustrarvi le meraviglie della chat multilingue.

Per inciso: Rich ha una voce splendidamente roca. Da mesi continuo a convincerlo di aprire un podcast, vale la pena passare da noi anche solo per ascoltarlo.

Ma se non siete ancora convinti, nessun problema. Proprio adesso c’è qualcos’altro che bolle in pentola nei nostri uffici di Lisbona.

zendesk-multilingual-superpowers

Un’arma segreta

Negli ultimi mesi abbiamo lavorato segretamente a qualcosa di davvero speciale: un nuovo strumento di analisi per tutti i nostri clienti di Zendesk Support. Purtroppo al momento non posso dire altro, ma a chi verrà al nostro stand offriremo degli esclusivi inviti alla beta e tutto verrà svelato presto. Molto presto.

Ehi, ce la stiamo mettendo tutta. Se desiderate incontrarci o anche soltanto passare per un saluto veloce, ricordate di contattarmi su LinkedIn. Sarà divertente.

Ci vediamo lì!

ArtboardFacebook iconInstagram iconLinkedIn iconUnbabel BlogTwitter iconYouTube icon