“C’è un supereroe in ognuno di noi, abbiamo solo bisogno del coraggio di indossare il mantello.

… concordo appieno con Superman. Tutti abbiamo i nostri superpoteri, basta solo saperli usare.

La tecnologia può aiutarci a scatenare questi superpoteri. Ci permette di migliorare in ciò che facciamo e di fare cose che credevamo impossibili.

Magari non disponiamo della forza sovrumana di Clark Kent, ma abbiamo comunque gli strumenti che ci consentono di superare le nostre capacità umane. Possiamo creare chatbot personalizzati per interagire con i clienti, utilizzare i comandi vocali per pianificare le nostre riunioni o persino avere un’e-mail tradotta magicamente in 28 lingue.

Ecco perché con Unbabel si ha la sensazione di essere i supereroi delle lingue. Abbattendo le barriere linguistiche, vi diamo la possibilità di comprendere reciprocamente i vostri clienti in qualsiasi lingua.

Fortunatamente avrete modo di incontrare i vostri supereroi al Dreamforce 2018 e di assistere in prima persona ai nostri superpoteri. Ci saranno nove persone del nostro team (me compresa). Ci troverete facilmente: indosseremo tutti mantelli e maschere da supereroi. Davvero.

Ma come zio Ben diceva a Spider-Man (probabilmente a sua volta ispirato da Voltaire), “da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Se quest’anno verrete al Dreamforce e vi state chiedendo come Unbabel possa aiutarvi a dare la priorità ai clienti a prescindere dalla loro lingua, vorrete di certo sapere dove trovarci.

Da un grande potere derivano grandi responsabilità

Se leggete questo blog, presumiamo che stiate attraversando la stessa fase che alcuni dei nostri clienti hanno già attraversato.

La chiamiamo “fase dell’incredulità”: Unbabel sembra troppo bello per essere vero.

Vi state chiedendo se davvero permettiamo la comunicazione multilingue con i clienti garantendo qualità, velocità e costi ineguagliabili?

Certo! Tuttavia spesso ci confrontiamo con persone scettiche a riguardo. Ed è comprensibile. Penserete tutti “se non vedo, non credo”.

Quindi ecco il nostro obiettivo al Dreamforce di quest’anno.

Potrete vedere la nostra soluzione alla prova e scoprire perché aziende come Booking.com, Under Armour, easyJet e TomTom si affidano ad Unbabel per tradurre la comunicazione con i clienti (e perché Salesforce Ventures ha investito nella nostra Series B all’inizio di quest’anno).

Vi diremo tutto sulla nostra piattaforma e su come la nostra soluzione si integra perfettamente nei vostri attuali flussi di lavoro, senza quindi dover minimamente pensare all’aspetto della traduzione.

Vi illustreremo il miglior sistema al mondo di stima della qualità, sviluppato dal nostro team, e vi presenteremo la nostra community composta da 100.000 editor bilingue, che rivedono le traduzioni automatiche ogni giorno per garantire la miglior qualità possibile.

Ma ora basta parlare del nostro prodotto. Avremo il tempo di farlo all’evento. Ecco dove potrete trovarci.

Dove trovarci al Dreamforce

I nostri supereroi (o Unbabeler, come mi piace chiamarli) saranno presenti a uno stand dal 25th al 28th settembre a San Francisco, e ne siamo davvero entusiasti.

Il numero del nostro stand è il 168 e si troverà al Customer Service Expo.

Oltre ai nostri supereroi con il mantello, che vi permetteranno di individuare facilmente il nostro stand, regaleremo anche un fantastico premio:

un giro in surf a Lisbona per due persone, voli inclusi.


(Suggerimento: se troverete tutti i mantelli avrete una buona possibilità di vincere).

Dimostrazioni dal vivo sul vostro dispositivo

Nel nostro stand e in giro per la location, eseguiremo dimostrazioni del nostro prodotto su piattaforme come Salesforce Live Agent, Knowledge e Service Cloud (scoprite come funziona Unbabel for Salesforce).

Volete sapere come funzionano le nostre soluzioni? Venite a incontrare i nostri supereroi, li troverete in giro per la location con un codice QR/URL: scansionatelo e potrete testare le nostre integrazioni sul vostro dispositivo.

Potrete mettere alla prova la nostra capacità di comunicare in 28 lingue e scoprire come abbattere la barriera linguistica nella comunicazione tra azienda e clienti tramite la nostra piattaforma di traduzione, gestita dall’intelligenza artificiale e basata sul contributo umano.

In altre parole, scoprirete in che modo Unbabel sta accelerando il passaggio verso un mondo senza barriere linguistiche, offrendo la possibilità di tradurre la comunicazione tra aziende e clienti in modo preciso, fluido e scalabile.

Gli eventi secondari per divertirvi

Proprio come Mariana Silva, la nostra Events Manager, ha scritto in un articolo precedente, parteciperemo anche ad alcuni eventi secondari al Dreamforce.

Diciamocelo, il lavoro non è tutto. Quindi non rinunceremo a spassarcela e a scatenarci al calar del sole.

Ecco alcuni degli eventi a cui parteciperemo:

Invitateci pure a bere un drink e avremo la premura di chiedere al nostro Edmund Ovington, VP of Global Partnerships, la ricetta segreta dell’Unbabelita, il miglior margarita dopo quello del Tijuana.

Incontrateci al Dreamforce 2018

Saranno presenti nove persone del nostro team, tra cui il nostro adorato Vasco Pedro, CEO e co-fondatore, e Wolfgang Allisat, il nostro Chief Revenue Officer.

Ma se desiderate un incontro con noi, ricordate prima di contattarci: troverete tutte le informazioni su Unbabel al Dreamforce qui.

Saremo a San Francisco tutta la settimana, per cui se volete organizzare un incontro potete farlo qui; in alternativa, contattatemi su LinkedIn o via e-mail.

Preparatevi a ottenere i superpoteri di multilingue che meritate (e di cui avete bisogno).

Ci vediamo al Dreamforce 2018!