In un mercato di servizi di traduzione e localizzazione da 38 miliardi di dollari l’anno,il più grande operatore nel settore è un appaltatore militare che guadagna 730 milioni di dollari ogni anno. Il resto della top 10 guadagna tra gli 80 e i 430 milioni di dollari all’anno.

Si tratta di un mercato estremamente frammentato, con una lunga lista di operatori del settore che gestiscono modelli di business molto simili, con mercati che elaborano le informazioni dei clienti da una parte e, dall’altra, ampi gruppi di traduttori professionisti che si propongono per svolgere un determinano lavoro in base alle loro capacità, esperienze e tariffe. Una volta aggiudicatosi un lavoro, ogni traduttore sfrutterà le proprie capacità lavorando su un contenuto alla volta. Ti servono traduzioni in più lingue? Assumi più traduttori.

È così che le cose hanno sempre funzionato. Ma la storia recente ha dimostrato che ciò che non è scalabile non è sostenibile. Ed è quando trovi un nuovo modo di gestire le cose che nuovi e ampi mercati con un potenziale non ancora sfruttato sono lì pronti per essere conquistati.

Translation Market

Per Unbabel la traduzione così com’è costituisce attualmente parte del problema.

Come si fa a tradurre tutto quanto?

Cosa succederebbe se volessimo tradurre tutte le informazioni del mondo in ogni lingua, e il tutto quasi istantaneamente? Non solo documenti legali, termini e condizioni e cataloghi di prodotti, ma ogni e-mail, ogni conversazione in chat, ogni sottotitolo, qualsiasi contenuto si possa immaginare.

Per affrontare la sfida, fondamentalmente è necessario ripensare a come funziona il meccanismo della traduzione. Non come un problema del tipo “coinvolgiamo più persone”, ma come un problema di software in cui un processo possa essere definito e continuamente migliorato per produrre un risultato di qualità superiore.

Alcune aziende nel settore delle tecnologie vedono già il mondo in questo modo, ma non riescono a comprendere le esigenze della maggior parte delle imprese e delle organizzazioni, come quella di colmare l’enorme divario tra la più avanzata traduzione automatica e quella che sembra essere stata fatta “alla vecchia maniera”, ovvero da un essere umano.

Per essere prese seriamente in considerazione, le aziende moderne hanno bisogno di una soluzione in grado di comprendere il contesto, il tono, lo stile e il sottotesto e di individuare gli errori commessi nella fretta di automatizzare l’intero lavoro.

Calzolai vs. produttori di scarpe

Per comprendere l’approccio di Unbabel alla traduzione, basta pensare ai calzolai del XVIII secolo.

Nel corso dell’intera storia umana, le scarpe sono state realizzate a mano una alla volta. Su una scala così personale, ogni paio di scarpe veniva realizzato appositamente per il suo proprietario con grandi costi in termini di tempo ed energia, e di conseguenza si trattava di un servizio di cui usufruiva solo una piccola percentuale della popolazione.

Ma a partire dalla metà del XVIII secolo, l’attività dei calzolai ha iniziato a essere commercializzata su una scala mai vista prima. La fabbricazione artigianale raggiunse un picco per rispondere alle richieste del mondo industrializzato, con migliaia di calzolai costretti a lavorare tutto il giorno per tenere il passo con la domanda crescente (in modo molto simile alla lunga lista di agenzie di traduzione menzionate in precedenza).

Le guerre napoleoniche fornirono una spinta verso la meccanizzazione del processo produttivo grazie al famoso ingegnere inglese Marc Brunel, che mise a punto macchine per la produzione di massa di stivali per i soldati dell’esercito britannico. Un testimone che visitò la sua fabbrica a Battersea scrisse quanto segue:

“Ogni fase del processo viene eseguita dalla più elegante e precisa macchina… tutti i dettagli sono realizzati con l’applicazione ingegnosa dei poteri della meccanica; e ogni singolo componente è caratterizzato da precisione, uniformità e accuratezza. Così come ogni singolo uomo realizza una sola fase del processo, il che implica non sapere ciò che viene fatto da chi lo precede o lo segue, così le persone impiegate nel lavoro non sono calzolai, ma soldati feriti, in grado di imparare i loro rispettivi compiti in poche ore.”

Se si vogliono rimuovere completamente le barriere linguistiche, se si vuole permettere a chiunque di comprendere ed essere compreso in qualsiasi lingua, con qualsiasi mezzo, allora bisogna astrarre il problema della traduzione a un livello molto più elevato del semplice concetto di “più persone”.

Bisogna dividerlo in una serie di passaggi grazie al lavoro preciso, uniforme e accurato svolto da macchine, guidate da mani umane in punti chiave, e non necessariamente dagli esperti che una volta svolgevano questo lavoro da soli.

Un po’ come la fabbrica di scarpe di Brunel.

La catena di traduzione linguistica di Unbabel

Ciò che garantisce la qualità sulla piattaforma di Unbabel non è tanto la qualità dei singoli traduttori che, anche a livello professionale può variare notevolmente ed è soggetta per natura all’errore umano (d’altronde siamo umani), quanto la qualità della catena di traduzione che svolge il lavoro seguendo passaggi precisi, uniformi e accurati.

Il lavoro umano è ancora necessario, ma in punti chiave in cui i revisori devono correggere e modificare il lavoro svolto dalla macchina, piuttosto che assegnare loro l’intero compito di traduzione. Ciò elimina la dipendenza dal lavoro umano, ma aumenta notevolmente il valore in termini di correzioni di qualità nel loro complesso e permette un volume di produzione dei contenuti esponenzialmente più elevato.

A un livello avanzato, Unbabel assimila il contenuto del testo nella lingua di origine e lo invia ai clienti in una o in tutte le altre 27 lingue di destinazione.

Osservando più attentamente, esistono diversi altri passaggi che si susseguono passando da A a B.

Translation Pipeline

Ordine

Un ordine è un frammento di testo che deve essere tradotto. Potrebbe trattarsi di una email del servizio clienti su piattaforme come Salesforce, Zendesk o Freshdesk, o di una delle tante descrizioni di prodotti su una piattaforma e-commerce globale, o persino di sottotitoli per centinaia di ore di filmati.

Ogni tipo di contenuto seguirà un proprio flusso personalizzato nella catena di traduzione, con differenti priorità su aspetti come la qualità e la velocità, ma il processo nel suo complesso rimane più o meno lo stesso per tutti i testi.

Preparazione

In questa fase Unbabel analizza il testo originale, rilevando e determinando una serie di fattori che influenzeranno il suo percorso attraverso la catena di traduzione.

In primo luogo, viene messa in atto una serie di azioni in base al cliente di Unbabel da cui proviene il testo. I glossari personalizzati e le Linee Guida che fanno parte delle operazioni preliminari vengono contrassegnati automaticamente come ordini e le informazioni sensibili, come i numeri di carte di credito, vengono camuffate e rese anonime.

Vengono effettuate analisi sofisticate del testo originale, rilevando elementi difficili da tradurre come luoghi, nomi e indirizzi e stimando la difficoltà complessiva del testo sulla base del vocabolario usato, della lunghezza delle frasi e di altri modelli grammaticali.

Viene costruito un modello viene unendo questi dati con altri approfondimenti sul tono del documento (formale o informale) e rilevando l’argomento trattato. Questo permette di indirizzare intelligentemente il contenuto a determinati revisori in base agli interessi da loro dichiarati (viaggi, sport, medicina, intrattenimento, ecc).

Traduzione automatica adattata di Unbabel.

Adapted Machine Translation

Una volta avvenuta la preparazione, il primo lavoro di traduzione viene svolto interamente dalla macchina. Per iniziare, Unbabel controlla la sua memoria di traduzione, un’enorme e dinamica banca dati che fa sì che, se un’intera frase del testo è già stata tradotta per lo stesso cliente o lo stesso ambito, questa venga recuperata e riutilizzata, permettendo un potenziale miglioramento nella velocità di consegna e nell’uniformità della traduzione (anche se può essere ancora modificata successivamente da redattori umani nel caso in cui il contesto non risulti corretto).

Il passo successivo avviene tramite il router della traduzione automatica, che sceglie i migliori motori specializzati di traduzione automatica in base al contenuto, al contesto e al cliente (email di un servizio clienti e descrizioni di orologi di lusso realizzati a mano hanno esigenze di traduzione diverse).

Il contenuto tradotto dalla macchina passa quindi al Post-Editor automatico,con cui Unbabel riesce a migliorare queste traduzioni automaticamente, imparando dai lavori precedentemente svolti dalla rete di traduttori. Questo passaggio genera una nuova versione la cui qualità è valutata (utilizzando il nostro pluripremiato sistema di valutazione della qualità) e il testo è distribuito tra i traduttori umani della comunità di Unbabel che risultano più adatti.

Selezione dei revisori

Editor Selection

Unbabel vanta di una comunità globale di 50.000 persone che hanno il compito di revisionare i risultati di questa traduzione automatica adattata. Ma come si fa a sapere chi ottiene un determinato lavoro?

Ci sono diversi criteri per la selezione del revisore, ma i principali si riducono a: disponibilità, rating elevato per determinati tipi di contenuti e urgenza del lavoro.

La priorità dei lavori viene decisa dal cliente e da altri fattori; vengono poi ordinati in una lista d’attesa verde e rossa. Tutti i lavori partono dalla lista verde, e in un mondo ideale non ci sarebbe alcuna lista rossa, ma esiste comunque per motivi di backup e di esubero, assicurando così il rispetto delle scadenze.

Smart editor selection

Inoltre, abbiamo eseguito test che dimostrano che i revisori a cui vengono assegnati contenuti per i quali esprimono un interesse hanno un rendimento migliore nel lavoro.

Smartcheck

Smartcheck

Una volta che i lavori sono stati assegnati ai giusti revisori, Unbabel cerca di aiutarli a svolgere il lavoro al meglio, nel minor tempo possibile.

Lo Smartcheck di Unbabel è come una versione sovralimentata della correzione grammaticale che si trova nei comuni editor di documenti. Esso controlla una serie di potenziali errori con utili suggerimenti per effettuare correzioni in un click, tra cui errori di ortografia, di tono, di coerenza (concordanza tra soggetto e verbo; corrispondenza dei pronomi, genere, ecc.) e regole più specifiche relative alle richieste specifiche del cliente.

Sarebbe poco produttivo far leggere a ogni revisore la guida stilistica di ogni cliente, per cui lo Smartcheck sovrappone automaticamente i suggerimenti in tutto il testo, rendendo più semplice e veloce correggere errori di natura non grammaticale, come differenze nell’uso di toni soggettivi e oggettivi o la scrittura dei numeri in parole piuttosto che in cifre.

Rete per l’apprendimento fai da te di Unbabel

Network

La magia dell’intero processo consiste nel fatto che quanto più Unbabel traduce, tanto migliore sarà il risultato prodotto dal sistema. I motori per la traduzione automatica possono essere riqualificati, le memorie di traduzione possono essere ampliate e la revisione automatica migliora a ogni nuovo testo.

Più aumenta il materiale tradotto, più migliora il risultato.

Aziende internazionali come Pinterest, Skyscanner, Under Armour, Trello e Oculus VR si affidano alla piattaforma di Unbabel per aprire e far crescere nuovi mercati.

Per programmare una demo, contattaci oggi.