Imparare una nuova lingua non è mai una cosa facile da fare, ma ci sono modi per rendere tutto più semplice Ci sono anche modi per renderlo più difficile. Puntare ad imparare il francese o lo spagnolo comporta una serie di difficoltà, ma la maggior parte dell’apprendimento, deriva dall’acquisizione di nuovo vocabolario e dalla grammatica. Se devi comunque affrontare tutta questa roba noiosa, potresti anche puntare più in alto e imparare a padroneggiare una lingua più difficile – alfabeti diversi, caratteri, stili di scrittura e nuovi suoni ti spingeranno oltre il limite.

Le 10 lingue più difficili da imparare per i traduttori

Senza ulteriori indugi, questa è la nostra lista delle dieci lingue più difficili (ma più gratificanti) da imparare.

1. Mandarino

Il mandarino è un lingua che fa parte del gruppo della lingua cinese ed è in realtà la lingua più parlata nel mondo. Per un anglofono, tuttavia, avere la padronanza del mandarino è un’impresa ardua. Grazie al fatto di essere una lingua tonale, ogni suono nel sistema di trascrizione fonetica mandarino pinyin, ha quattro pronunce distinte. Aggiungi ciò al fatto che il Cinese è una lingua ricca di omofoni e piena di idiomi e aforismi presi nel corso della sua lunga storia, e il mandarino diventa senza dubbio la lingua più difficile del mondo da imparare per un anglofono.

2. Arabo

In arabo, la maggior parte delle lettere sono scritte in 4 forme diverse a seconda di dove sono collocate in una parola, e а complicare le cose, le vocali non sono incluse durante la scrittura. Questo rende la traduzione in arabo molto più difficile che maggior parte delle altre lingue. In oltre, l’arabo ha numerosi dialetti differenti,il che significa che l’arabo che si parla in Egitto è diverso da quello che si parla in Arabia Saudita.

This image shows the different dialects of Arabic spoken in northern Africa and the western Middle East

3. Giapponese

Ciò che rende il giapponese più difficile di un comune sistema di scrittura basato su lettere è che bisogna imparare migliaia di caratteri prima di poter essere in grado di scrivere in giapponese con un minimo di confidenza: il giapponese ha tre sistemi di scrittura indipendentihiragana, katakana, e kanji che usano ciascuno un alfabeto diverso. Il lato positivo è che è un po’ più facile da parlare rispetto al mandarino. Piccole vittorie.

4. Ungherese

Aggiungendosi alla lista con ben 26 casi, l’ungherese ha alcune delle regole grammaticali più difficili in cui potresti imbatterti. In Ungherese, i suffissi esplicitano il tempo e la possessività, invece dell’ordine delle parole, come la maggior parte delle lingue europee si comportano. Inoltre, sottili elementi culturali all’interno dell’ungherese lo rendono particolarmente difficile da imparare.

5. Coreano 

Come gran parte delle lingue parlate isolate – una lingua senza alcuna relazione genealogica dimostrabile con altre lingue, il Coreano in particolare e’ una lingua piuttosto unica. Ad esempio, nel descrivere un’azione in coreano, il soggetto viene prima, poi l’oggetto, e infine la frase termina con l’azione. In pratica questo significa che dire “나는 물 을 마실” è direttamente tradotto in inglese come “I water drink” in contrapposizione con “I drink water.”

Translation of a funny meme from a Korean middle school student's English class Presumibilmente sviluppato da uno studente di scuola media che studia inglese in Corea
(Clicca sull’immagine per il link del thread di reddit), questo meme è geniale.

6. Finlandese

Come l’Ungherese, il Finlandese porta la complessità della grammatica, a nuovi livelli. Mentre il modo in cui si scrive e la pronuncia delle parole sono simili all’inglese, la grammatica compensa per qualsiasi similitudine che potrebbe esserci,

Prendiamo l’equivalente finlandese della frase inglese “I like you” come esempio. L’inglese è semplice perché si forma piazzando una parola dopo l’altra, senza alterazioni di radici sostantivali o verbali. In finlandese la traduzione è “Minä pidän sinusta.” Tuttavia, per tradurre correttamente questa frase in finlandese, è necessario per prima cosa capire

  • Come un verbo finlandese è coniugato (il suffisso personale)
  • pitää è un verbo influenzato dalla gradazione consonante; quindi è necessario conoscere l’ alternanza TD
  • pitää richiede il sostantivo nel caso elativo; quindi è necessario conoscere il caso e come si declinano i pronomi

Infine – e qui viene il bello! – Questo non è nemmeno il modo in cui i moderni finlandesi esprimono questa emozione. È più probabile che dicano qualcosa tipo Mä tykkään Susta, che è una forma più colloquiale dell’espressione. Quindi anche se tu fossi in grado di tradurre in finlandese, ti sbaglieresti comunque.

This guy is pretty exasperated by his inability to speak Finnish Vuoi provare a imparare il finlandese? Devi essere preparato ad affrontare situazioni simili.

7. Basco

Come il Coreano, il Basco è una lingua isolata. Anche se ha preso in prestito il vocabolario delle lingue romanze, il modo in cui viene scritto e parlato è diverso da ogni altra lingua. Questo si estende anche alle differenze tra le varie versioni di Basco che ancora esistono. Pur essendo parlato da meno di 700.000 persone, ci sono almeno cinque dialetti distinti.Quindi non solo è difficile da imparare, ma è anche necessario fare attenzione alla versione che si vuole imparare.

8. Navajo

Il Navajo è una lingua incentrata sui verbi, dove le descrizioni vengono indicate attraverso i verbi e la maggior parte degli aggettivi inglesi non ha una traduzione diretta. Ci sono un numero di suoni in Navajo che non hanno equivalenti per un anglofono, il che ne rende particolarmente difficile la pronuncia.

9. Islandese 

L’Islandese è ben distante dall’essere la lingua più difficile in questa lista. Tuttavia è estremamente complicata e, pur non essendo una lingua isolata, il fatto che sia parlata da meno di 400.000 persone su una sola isola ha sicuramente aggiunto delle peculiarità. La lingua è in gran parte invariata sin dai primi insediamenti del IX e X secoloe, piuttosto che adottare parole straniere per nuovi concetti, l’Islandese opta invece per coniare nuove parole o dare nuovi significati a vecchie parole. Tutto questo rende l’apprendimento una sfida, perché non appena raggiunge una certa fluenza, c’è bisogno di andare in Islanda e utilizzare le risorse locali piuttosto che l’apprendimento a distanza.

A hot plate of pierogies, made easier if you decide to learn Polish. Uno dei vantaggi dell’apprendimento del polacco è che puoi ordinare pierogis, il che significa
che si possono mangiare pierogis per ogni pasto, ogni giorno. La bella vita!

10. Polacco

Come ultimo posto e con un alfabeto familiare con appena 7 casi. Anche se non è per niente una lingua facile da imparare, il Polacco è un po’ meno da capogiro rispetto a quelle sopra indicate, anche se richiede di dover affrontare un sistema di generi estremamente complicato.

Quel che connette tutti questi linguaggi assieme, è la loro mancanza di connessioni con la lingua inglese. Padroneggiarne una qualsiasi significa essere parte di una comunità ristretta, e poche cose sono più gratificanti dell’essere in grado di tradurre da lingue e culture molto differenti. Raccogliere la sfida che rappresentano lingue come queste è sicuramente un punto di partenza ideale per diventare un traduttore in una combinazione linguistica meno competitiva (e meglio retribuita).

Ti piace questo post? Condividilo con i tuoi amici tramite la barra laterale a sinistra.


Per saperne di più su Unbabel, Visita il sito Unbabel.com. Per diventare un editor di Unbabel, Iscriviti alla nostra pagina Editors.