Poiché il pubblico e i contenuti richiesti sono sempre più internazionali, i sottotitoli sono diventati una parte essenziale di una buona esperienza utente. L’ 80% delle visualizzazioni su YouTube proviene da paesi al di fuori degli Stati Uniti e solo il 25% degli utenti di Internet parla l’inglese come prima lingua. E non è tutto: l’ 85% dei video su Facebook viene guardato senza volume, il che rende i sottotitoli fondamentali per venire incontro al pubblico. Se rendi i contenuti disponibili in una sola lingua, lascerai gli spettatori – insieme alle entrate della pubblicità o degli abbonamenti – sul tavolo in attesa che qualcun altro li prenda.

Non solo i sottotitoli implicano che gli spettatori possono guardare i tuoi contenuti, è anche molto più facile per loro trovarli. L’ algoritmo di ricerca di YouTube favorisce enormemente i video con sottotitoli perché è molto più efficiente nell’analisi e nella categorizzazione del testo rispetto al video. Ciò significa più spettatori e maggiori entrate interlinguistiche per i creatori di contenuti.

La facilità di analisi del testo rispetto al video non riguarda solo la SEO. È impossibile estrarre dati e dettagli dai video nella stessa maniera del testo. Affidarsi a sottotitoli e didascalie di bassa qualità rende impossibile per l’uomo o per l’intelligenza artificiale ricavare dettagli da interviste, focus group o video-diari.

In questo senso, i metodi attuali per sottotitolare i video non stanno solo rallentando le società di intelligence di marketing. Persino le società di media che sono già esperte di localizzazione faticano a trascrivere e tradurre i contenuti video in modo efficiente, in quanto fanno affidamento su traduzioni macchina inaffidabili o su team di traduzione professionale difficili da scalare. Ciò spesso si riflette in più agenzie o team, insieme ad un aumento dei tempi di ricambio. Più tempo per tradurre significa anche meno tempo per creare contenuti.

Le sfide legate alla creazione di sottotitoli multilingue

Daavid Kahn, fondatore di Instapanel, sottolinea: “Il tasso di errore del 5% che caratterizza la maggior parte dei servizi di trascrizione potrebbe non sembrare da subito un grosso problema. Ma quell’errore si moltiplica e va in cascata attraverso tutti i passi, sfuggendoci di mano.”

Tale rischio di errori che si moltiplicano e vanno in cascata è importante nella gestione dei sottotitoli multilingue. Esistono opzioni gratuite e completamente automatizzate per creare sottotitoli in inglese. Anche YouTube ne ha una integrata nel proprio player. Tuttavia, la ricerca accademica ha scoperto che ha alti tassi di errore, che risultano anche peggiori quando un accento non è americano, inoltre i tassi di errore sono più elevati per le voci femminili rispetto a quelle maschili. (ho un collega di Glasgow particolarmente indignato per il fatto che gli accenti scozzesi abbiano un tasso di errore più alto rispetto a tutti gli altri) Un indicatore ancora più significativo dei problemi con tali didascalie è che Google e YouTube non le usano per l’indicizzazione della ricerca perché la qualità non è abbastanza elevata.

Se i sottotitoli nella lingua originale sono scadenti, anche la migliore delle traduzioni ne risentirà in maniera fatale. E se si utilizza solamente la traduzione automatica (MT), i problemi aumenteranno, in quanto il pubblico dovrà vedersela con sottotitoli illeggibili – il che rende l’intero sforzo inutile.

L’alternativa è la trascrizione e la traduzione umana, che fornisce un risultato di alta qualità, ma è molto costosa e rappresenta spesso una sfida enorme se gestita su larga scala.

Tradurre è ciò che facciamo a Unbabel e, quando ci siamo resi conto degli ostacoli nel creare sottotitoli multilingue con qualità nativa, abbiamo visto una bella sfida, da affrontare con la nostra esperienza e tecnologia.

Alla scoperta di Unbabel Video

La soluzione alla sfida è rappresentata da Unbabel Video – che sfrutta la potenza del canale della traduzione umana + traduzione IA di Unbabel per creare didascalie con qualità nativa e sottotitoli multilingue su tutti i tipi di contenuti video.

Unbabel Video consente agli utenti di aggiungere rapidamente e facilmente sottotitoli multilingue di alta qualità ai propri video. È sufficiente incollare il link a un video da YouTube o dal proprio archivio personale e selezionare le lingue di cui si ha bisogno. Provvederemo poi a creare i sottotitoli usando i nostri motori di traduzione automatica di livello internazionale e la nostra comunità globale di traduttori multilingue. Li avrai pronti velocemente e potrai quindi condividere i tuoi contenuti in tutte le lingue di cui hai bisogno.

Unbabel Video produce sottotitoli multilingue con qualità nativa per il tuo video in modo rapido, semplice e sulla scala da te richiesta.

Facciamo un passo indietro: come siamo arrivati qui

Unbabel Video è il culmine di anni di test e ricerche sull’ottimizzazione del nostro modello di IA+traduzione umana per i video. Il progetto è iniziato col mio team in Labs, il team di innovazione interno ad Unbabel, i cui progetti testano i limiti di ciò che è possibile.

Abbiamo creato Unbabel Cast, un’app che ti permetteva di registrarti e tradurre immediatamente ciò che dicevi in più lingue, quindi caricarlo sui social media. L’app funzionava molto bene – il nostro CEO e co-fondatore Vasco Pedro l’ha mostrata con orgoglio al mondo sul palco di Pioneers 17.

Per quanto ci piacesse usare Cast, abbiamo deciso che la creazione di una piattaforma per la creazione di didascalie di alta qualità in tutte le lingue e su scala aziendale era una sfida molto più entusiasmante da affrontare, quindi ci siamo rimboccati le maniche.

Il team Video

Per tramutare questa idea in realtà, Unbabel Video ha lasciato Labs per concentrarsi sul proprio prodotto. Abbiamo creato un team dedicato per questo prodotto, riunendo Product Management, IA Applicata, Community Management, Servizi Linguistici, Product Design, Product Developers e Product Marketing in un unico team focalizzato sulla creazione, manutenzione e espansione del prodotto. Il team è approdato a Lisbona da tutto il mondo, provenendo da Canada, Brasile e Stati Uniti ad ovest, e dall’Armenia come punto più ad est.

Il team ha creato nuovi strumenti e interfacce per consentire alla nostra community di traduttori di lavorare sui video nel modo più rapido e accurato possibile, inoltre ha trovato delle soluzioni alternative per aiutare a gestire la traduzione di video su larga scala.

Il team Unbabel Video nel giugno 2018

Come funziona dietro le quinte

Come con Unbabel Customer Service Solution, Unbabel Video combina una Traduzione Automatica Neurale all’avanguardia (NMT) e una comunità umana di redattori freelance per ottenere traduzioni di qualità che siano veloci e native.

Nel creare i sottotitoli, la prima bozza viene creata dalla nostra Traduzione Automatica Neurale leader nel settore. Quindi la nostra comunità corregge eventuali errori nei video per garantire la massima precisione. Ciò consente non soltanto di creare didascalie di altissima qualità, ma anche di fornirci la migliore base possibile per le traduzioni eliminando errori che si propagherebbero durante il processo.

Nella fase di traduzione, alla nostra MT vengono fornite le didascalie in lingua originale e il video per garantire che le traduzioni siano accurate e rimangano sincronizzate nella nuova lingua.

Per migliorare la velocità e la precisione, abbiamo creato strumenti completamente nuovi che fondono le funzioni di produttività di un editor di testo con un video player intuitivo, il che consente ai nostri redattori di concentrarsi sul proprio lavoro, senza dover imparare ad utilizzare gli strumenti. Abbiamo testato e collaudato ripetutamente queste interfacce, ottenendo incredibili miglioramenti nella riduzione del tempo necessario alla nostra community per realizzare didascalie o traduzioni per ogni minuto di filmato. Ciò significa risultati più rapidi e migliori per i nostri clienti e traduttori più soddisfatti.

Utilizzo di Unbabel Video

Unbabel Video è stata un’occasione per costruire da zero una piattaforma di traduzione video che sia facile da usare, su qualsiasi scala. Questo è il motivo per cui ci siamo integrati a YouTube, consentendo agli utenti di incollare semplicemente il link ai video anziché dover caricarli direttamente sui nostri server. Funziona anche se il video è ospitato sui server del cliente.

Inoltre, abbiamo creato un’API solida e intuitiva e siamo disponibili all’integrazione con qualsiasi piattaforma di gestione delle risorse digitali utilizzata dai nostri clienti, per rendere i loro flussi di lavoro i più semplici possibili.

Abbiamo anche realizzato file di progetto archiviabili che consentono ai nostri clienti di gestire i loro progetti in corso e di avere accesso a tutte le traduzioni richieste. Ciò è stato richiesto dal feedback dei nostri clienti in sviluppo, che iniziavano a riscontrare problemi all’aumentare della quantità di video.

Controllo di qualità

Come per i prodotti di assistenza clienti di Unbabel, valutiamo regolarmente la qualità delle traduzioni per garantire che offriamo un lavoro di alta qualità ai nostri clienti. Tuttavia passare da una traduzione puramente testuale al video ha anche presentato delle sfide per il modo in cui valutiamo la qualità della traduzione.

Per garantire una qualità costante, abbiamo collaborato con una comunità di linguisti per comprendere meglio gli errori più frequenti nella traduzione dei sottotitoli rispetto ad altri tipi di contenuti. Ciò ci aiuta a selezionare e assegnare in modo efficiente i segmenti dei nostri traduttori umani da esaminare e quindi valutare il loro lavoro con maggiore accuratezza. Nella nostra community, valutiamo periodicamente ogni traduttore ed effettuiamo regolari controlli di qualità per ogni cliente, in modo tale da avere sempre un quadro della qualità della traduzione che sia il più completo possibile.

Arriviamo a oggi

Unbabel Video non è più un’idea folle per un’app o un esperimento – è un prodotto altamente efficace che è diventato uno strumento chiave per aziende come Living Lens e Instapanel, che hanno combinato la nostra traduzione col loro innovativo apprendimento automatico, per poter fornire contenuti globali ai propri clienti. Great Big Story è stata in grado di portare i loro fantastici video al pubblico dell’ America Latina su una scala molto più ampia di quanto non fossero stati in grado di fare prima.

Ecco perché Unbabel Video sta seguendo un Early Access Program (EAP), per trovare un ulteriore gruppo selezionato di clienti desiderosi di lasciare il segno sul prodotto e lavorare con casi e volumi d’uso reali.

In particolare, stiamo cercando di collaborare con le società di media che desiderano espandere la portata dei loro contenuti offrendo sottotitoli multilingue, o con quelle che già lo fanno con un team di localizzazione e potrebbero utilizzare Unbabel Video per aumentare l’efficienza e l’output.

L’altro caso chiave per l’EAP è nella ricerca di mercato. Unbabel Video consente ai ricercatori di ottenere informazioni dalle testimonianze in ogni lingua e offrire ai propri clienti una prospettiva veramente globale su ciò che i clienti pensano dei loro prodotti.

Ad ogni modo, se operi in un altro settore e pensi che Unbabel Video possa fare al caso tuo, non esitare a fare domanda per aderire al programma: siamo sempre entusiasti di parlare di nuovi casi d’uso e di portare i video multilingue in nuove aree.

Far parte dell’EAP significa che potrai lavorare a stretto contatto col nostro team di prodotto per poter modellare il prodotto e le sue caratteristiche in modo che si adatti perfettamente al tuo flusso di lavoro e ai tuoi casi d’uso, oltre a sconti sui prezzi – otterrai anche un vantaggio sulla concorrenza.

Se sei interessato, puoi fare domanda per far parte del programma Early Access qui, e il nostro team ti contatterà per ulteriori informazioni. Ma attenzione, siamo davvero entusiasti di Unbabel Video quindi potremmo parlarne per un po’…